Terrazzini e balconi: da ripostigli ad angoli di paradiso!

 

Copenhagen: appena scesi dalla metro, guardandosi intorno, ci si trova in un quartiere di nuova realizzazione: palazzi modernissimi e di design pazzesco.

Hanno tutti un punto in comune: un piccolo balcone ogni appartamento.

A volte 2 metri quadrati, ma c’è.

E dico di più, nessuno è vuoto.

In ogni balconcino ci sono 2 sedie, una poltrona e, se possibile, un piccolo barbecue.

E’ interessante però realizzare che un Paese in cui la temperatura è mite per 2 mesi all’anno si goda gli esterni più di un Paese che ha il clima mite per 10 mesi all’anno!

Da qui due riflessioni utili al nostro compito, che rimane quello di valorizzare gli immobili:

1: Non diamo niente per scontato; se troviamo un terrazzino utilizzato come ripostiglio, pensiamo “E’ un ripostiglio ora, cosa posso farlo diventare?”

2: Cambiamo il punto di vista; quando entriamo in una casa percorriamola interamente, stanza per stanza, lasciamo che ci trasmetta liberamente emozioni e sensazioni poi guardiamo fuori, usciamo sul terrazzo e guardiamola da lì, guardiamoci intorno.

Lì c’è una parte della casa che vale come ogni altra stanza, e che può dare qualcosa in più proprio perché non è scontata, come la camera da letto o la cucina. E’ un plus per definizione, è un regalo per noi e per i nostri potenziali inquilini!!

 

 

 

 

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *