HOME STAGING; PARLIAMO DI VERDE…

Creare un giardino verticale in casa è un modo innovativo di portare il verde nelle nostre abitazioni che ha rivoluzionato la concezione classica della coltivazione.

Il verde, e quindi anche i giardini verticali, colmano quel desiderio di bellezza ricercato dall’uomo per appagare i propri sensi, non solo quello visivo ma anche tattile, uditivo, olfattivo e del gusto.

Il colore della natura è il verde; che ha la capacità di trasmettere un senso di tranquillità e benessere; è stato scientificamente provato che la presenza di piante nei luoghi di lavoro contribuisce a ridurre lo stress delle persone, risultando più produttive ed efficienti.

Anche negli ospedali si è riscontrato che la presenza del verde favorisce il buonumore e velocizza i tempi di guarigione!

No dimentichiamo che le piante, inoltre, sono particolarmente efficaci nell’assorbire sostanze inquinanti presenti nell’aria.

Come fare un giardino verticale in casa mia?

Un giardino verticale, si sviluppa in altezza sfruttando le superfici a disposizione su cui vengono fissati moduli o griglie modulari al cui interno crescono le piante.

Un giardino verticale è una parete che prende vita… bisogna rispettare però alcune logiche per avere una crescita regolare e una facile manutenzione.

Primo: scegliere con attenzione la posizione del muro su cui installare il giardino verticale, ( considerare il peso che dovrà sostenere, la vicinanza a mobili che potrebbero deteriorarsi con l’umidità e a finestre in modo da garantire una giusta illuminazione naturale.)

Secondo: la struttura; in commercio troviamo vari tipi di strutture per le fioriere verticali, con supporti per le piante in diverso materiale: plastica, metallo, sacche di lana, dove inserire il terriccio, facilmente acquistabili anche in negozi di bricolage.

Possiamo anche appenderle al soffitto in modo da creare una parete verde fittizia con piante cascanti che profumano l’ambiente o con erbe aromatiche utili in cucina.

Terzo: la scelta delle piante; particolarmente adatte al giardino verticale sono le piante grasse poiché richiedono poca acqua e bassa manutenzione, come il Sedum e il Sempervivum o le piante erbacee perenni tappezzanti, quali il genere Carex, appartenenti alla famiglia delle Graminacee.

Tra le erbe aromatiche si consiglia l’erba cipollina, rustica e poco esigente; l’origano, molto apprezzato in cucina, con una bella fioritura bianco-rosa in estate; il peperoncino, pianta annuale perenne, ricca di frutti gialli, verdi, rossi e viola a seconda della varietà; ancora il rosmarino, la salvia, il timo, ecc.

Altre piante utilizzate generalmente per i giardini verticali sono: l’aglaonema, sempreverde dal fogliame verde-argentato; l’anturio, caratterizzato da fiori a spata rossa o rosa, di grande effetto estetico e con buone capacità di purificare l’aria degli ambienti; la sanseviera, adatta per le camere da letto, dove anche di notte continuerà ad ossigenare la stanza.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *