AHHHH… PULIZIE DI PRIMAVERA!!!!

 

Croce e delizia, le pulizie di primavera sono una tappa (quasi) obbligata con l’arrivo della bella stagione.

Perché si chiamano pulizie di Pasqua?

Nella cultura ebraica la festività della Pasqua imponeva una pulizia profonda di tutti gli spazi domestici; finisce l’inverno e casa e armadi devono “cambiare aria”.


Da dove cominciare? Naturalmente il primo passo è fare ordine, rimettendo ogni cosa al suo posto (o trovandogliene uno se non l’abbiamo mai fatto!).

Basta solo un po’ di organizzazione, ne gioverà non solo la casa ma anche la tua psiche…!!

Coraggio e dotarsi di tutti gli strumenti e gli oggetti che ci servono, per affrontare con rigore logico la pulizia dei vari ambienti e, soprattutto, per caricarsi dello spirito giusto che ci serve a far risplendere e brillare la nostra casa.

Necessariamente iniziamo dall’armadio con il fatidico “ cambio di stagione”.

Facciamolo realmente accurato, passiamo in rassegna l’abbigliamento invernale e eliminiamo senza rimpianto gli indumenti che sono già due anni che togliamo e mettiamo dall’armadio ma che non abbiamo mai indossato; via tutto quello che ormai è rovinato, che non ci sta più bene o che semplicemente non ci piace più! Ci sono un sacco di associazioni che recuperano gli indumenti ancora in buono stato e li utilizzano per persone meno fortunate di noi!

Credenze e dispense: Prima dell’arrivo del caldo non esitiamo a buttare il cibo che si è deteriorato o ha superato la data di scadenza. Svuotiamo tutti i ripiani, uno a uno e puliamo le superfici interne con una soluzione di acqua e bicarbonato o acqua e aceto bianco. Procediamo dall’alto verso il basso: partiamo dalla superficie superiore esterna dell’armadio, eliminando la polvere là dove in genere veramente non arriviamo quasi mai. Poi, scendiamo livello per livello, fino ad arrivare all’ultimo ripiano basso. Infine, puliamo ante e vetri.

Aimè… la libreria

È un lavoro noioso, ma “qualcuno deve pur farlo”. Seguendo sempre la regola dell’alto verso il basso, svuotiamola ripiano per ripiano e sbattiamo ogni libro per allontanare la polvere. L’ideale sarebbe avere un aiutante; passarsi i libri a quattro mani permetterà di velocizzare tutto il processo.

Lampade e tappeti: Almeno una volta l’anno, non dimentichiamoci dei tappeti e prendiamoli in conto più di quanto non faccia una passata di aspirapolvere!
Potete ricorrere a una soluzione di acqua e aceto bianco oppure acqua e ammoniaca da passare con uno straccio su tutta la superficie. Il consiglio, sempre è comunque, è quello di rovesciare il tappeto almeno un giorno prima, in modo da togliere di mezzo quanta più polvere possibile.

Tende e finestre: Ecco un altro lavoro faticoso…
Pensiamo innanzitutto alle tende: se vogliamo fare un lavoro realmente accurato, prima di metterle in lavatrice lasciamole in ammollo in acqua fredda per un’ora nella vasca da bagno con una manciata di sale grosso, così da permettere alla polvere di scendere verso il basso e di restituircele splendenti.
Quanto ai vetri, è arrivato il momento di un lavaggio veramente accurato, che si prenda carico anche degli infissi e rimuova tutta la polvere che si è depositata.

Fatto tutto si può pensare ad abbellire e purificare la nostra casa utilizzando le piante ( depuratori naturali dell’aria) e magari facciamo un bel restyling a qualche stanza; basta anche solo cambiare la posizione di quadri e oggetti e magari utilizzando tessuti nuovi e colorati portiamo in casa la primavera!!

Adesso tocca a voi ( …anche a noi…) rimbocchiamoci le maniche e.. buon lavoro a tutti!!

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *