Affitto: COME SI FA A DISTINGUERE UN INTERESSE O UNA PERDITA DI TEMPO?

Come puoi pensare che qualcuno sia davvero interessato a casa tua se non l’ha nemmeno vista? Non sa nemmeno se è vuota o arredata. Gli è stata descritta per sommi capi da qualcun altro e tu sei disposto a credere che possa essere un interlocutore valido con cui avviare una trattativa?

Dunque è impossibile affittare un appartamento senza far vedere a più persone il proprio appartamento e accettare il rischio di perdere tempo.

Alcuni consigli per risparmiare tempo.

A un appuntamento non deve mancare il momento della contrattazione prezzo

Lo so, parlare di prezzo non è sempre facile, specie se devi farlo con il diretto interessato. Ma il canone non è un dettaglio.

Se raggiungi un fantastico accordo con la controparte parlando solo di contratti, decorrenza, quali mobili togliere e quali lasciare e senza mai accennare al prezzo d’affitto hai solo perso tempo.

Che senso ha parlare di questioni secondarie se manca l’accordo sul conquibus? Il canone è la prima cosa di cui discutere.

 

Chi cerca casa veramente lo fa con impegno e con tempi brevi

Di solito ha delle tempistiche ben precise – un contratto in scadenza, un trasferimento per motivi di lavoro o di studio ecc… – e per questo concentra i suoi sforzi per trovare la soluzione migliore tra quelle disponibili.

Il potenziale inquilino che ti tiene sulla corda per settimane non è un inquilino potenziale.

 

Se non c’è impegno non è vero interesse

Ovvero qualcuno che ha messo nero su bianco, per iscritto, le condizioni a cui è disposto a concludere un contratto è colui che è veramente interessato. Non solo. Ha anche versato una caparra confirmatoria, rafforzando così il suo impegno. Tutti gli altri sono potenziali inquilini.

Le trattative, anche per l’affitto, si gestiscono in maniera seria e professionale, con accordi chiari e ben scritti. Non pensare che siano facili e senza rischi: molte controversie nascono proprio da una gestione superficiale e non professionale della negoziazione.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *